• Lebron 11 low
  • Jordan 6 retro
  • Lebron xi
  • email
  • Messaggio
    • EU e-Privacy Directive

      This website uses cookies to manage authentication, navigation, and other functions. By using our website, you agree that we can place these types of cookies on your device.

      View Privacy Policy

    Home Scuola e università Habemus domum! Lo strano caso dello Studentato dell'Orientale

    Habemus domum! Lo strano caso dello Studentato dell'Orientale

    E-mail Stampa PDF

    Habemus domum! La scritta campeggia in ogni bacheca delle varie sedi dell’Orientale da qualche settimana ormai e l’A.di.su se ne vanta neanche fosse un miracolo. C’è chi non ci credeva più, invece è tutto vero: dopo un’era geologica in cui la residenza universitaria di via Brin era nulla se non un luogo dimenticato da Dio, finalmente è giunto fra noi, come una manna dal cielo, lo studentato dell’Orientale!

    Qualcuno nei mesi passati, appena appresa la notizia, ha anche cantato vittoria: “finalmente il diritto allo studio tanto agognato ci viene garantito!”. Ma a noi la cosa è puzzata fin da subito e a cantar vittoria così presto si rischia di non guardare come stanno realmente le cose.
    Quali sono infatti le condizioni “agevolatissime” per l’accesso a una fantastica suite a via Brin?

    studentato-orientale-napoli-diritto-allo-studio

    Innanzi tutto, bisogna essere uno studente fuori-sede, rientrare nei parametri di reddito-merito stabiliti dall'Azienda. Fino all'apertura dello Studentato, altro requisito necessario per l'attribuzione della Borsa di Studio da fuorisede - la stessa da cui si scalano parte dei soldi dell'affitto per le stanze a via Brin, per intenderci - era quello di possedere da non meno di 10 mesi un contratto d'affitto regolarmente registrato presso un privato. Questa clausola assurda resta in piedi nel momento in cui, per esempio per le troppe domande e i pochi posti, la stanza a via Brin che si è accettata non è più disponibile. Niente di strano se non fosse che a Napoli prendere casa, trovarla a basso prezzo, abbastanza “abitabile” per potersi arrangiare e farsi fare un contratto d'affitto è un'impresa!

    Mettiamo pure che il nostro fortunatissimo studente riesca ad avere questa “fortuna”, quanto dovrebbe sborsare per abitare nello studentato? Se è idoneo alla Borsa di Studio, 330 euro al mese per una singola e 250 euro per una doppia. Questo “indipendentemente dalla posizione che [gli studenti] potranno eventualmente conseguire all'esito del Bando di Concorso per attribuzione della Borsa di Studio”…e soprattutto indipendentemente dalla ovvia difficoltà per uno studente a cui spetta la borsa di studio a dover sborsare 1000 euro nell'arco di 3 mesi (ottobre-dicembre).

    Molti studenti che avranno fatto richiesta di alloggio prima di scoprirne i prezzi da villaggio turistico, probabilmente dopo aver letto quanto pubblicato dalla fantastica azienda per il Diritto allo Studio si saranno fatti due conti. Gli stessi conti se li è fatti anche l’A.di.su e, per evitare che troppa gente rinunciasse a versare il proprio denaro nei conti dell’Azienda, ha messo su un bel ricatto. Non puoi permetterti di pagare queste cifre per l'alloggio a via Brin? Non c’è alcun problema, soddisfatto o declassato: se rinunci perdi automaticamente lo status di fuorisede diventando magicamente pendolare indipendentemente dal fatto che tu provenga da Quarto, da Salerno, dalla Sicilia o dalla Tunisia. E ciò non comporta un semplice cambio di etichetta, ma anche la perdita di tutte le agevolazioni legate allo status di fuorisede: per esempio, la Borsa di Studio – semmai venisse corrisposta per intero - scende di 2295 euro (dai 5116 spettanti ai fuorisede ai 2821 di un pendolare) senza che la propria condizione economica sia cambiata di una virgola, mentre aumenta il prezzo dei buoni pasto nei locali convenzionati con l'A.di.su.

    Proseguiamo, ponendo il caso – assai improbabile, ci pare, a questo punto – che il nostro studente sia riuscito a tenersi con le unghie lo status di fuorisede e sia riuscito a pagare queste cifre.

    Per confermare la prenotazione dovrà versare una caparra all'Azienda di 500 euro (!) e poi aspettare l'esito delle Graduatorie delle Borse di Studio. Tutto questo, purtroppo, non ci ha sorpreso. Già negli anni avevamo segnalato quanto il Diritto allo studio fosse sconosciuto a buona parte degli studenti napoletani. E per affermare ciò non ci siamo fermati semplicemente alle voci di corridoio, ma abbiamo indagato attraverso un semplice questionario cosa accade realmente fra gli universitari di questa città, consapevoli che, come diceva qualcuno, “chi non fa inchiesta non ha diritto di parola” .

    studentato-orientale-napoli-diritto-allo-studio

    Un'impressione che i resoconti pubblici dell'Azienda e della Regione ci confermano: all'Orientale, nel 2013, 1570 studenti avrebbero diritto alla Borsa di Studio. Tra questi 938 sono pendolari e 166 sono fuorisede, quindi lo studentato a via Brin con i suoi 144 posti non funzionerebbe nemmeno in linea teorica dovendo coprire anche l'utenza di Conservatorio e Accademia delle Belle Arti! Ma l'importo della Borsa, per intero, è stato versato ad appena 229 studenti!E ciò che è risultato dall’incrocio di dati e cifre (l'esito lo trovate qui) è una popolazione sconfinata di idonei alla borsa di studio, ma che non beneficiano di alcuna agevolazione, che di conseguenza sono costretti a trovare un lavoro per campare e contemporaneamente pagarsi gli studi e che magari proprio per questo motivo posticipano esami..fino a quando, per la dannata logica meritocratica, non ci si ritrova costretti a salutare la tanto agognata – e mai ottenuta! - Borsa di Studio.Può capitare però che, pur rientrando nei parametri di reddito, si venga esclusi per uno errore o un ritardo burocratico o perchè, per una miseria di crediti mancanti, non si è più "meritevoli".A quel punto quanto costa lo studentato gli esclusi dal Bando per la Borsa che hanno avuto la sfortuna di “vincere” il posto? 5000 euro per 10 mesi con una singola e 4000 per una doppia!

    Anche per questo l'anno scorso abbiamo simbolicamente occupato quello che oggi è considerato la Domus Aurea dell’Orientale. Ora, come ha scritto giustamente uno studente molto incazzato, è arrivato il momento di far visita ai fighissimi uffici dell'Adisu dove tra aria condizionata, pause caffè illimitate, centralini sempre occupati, mail prive di risposta, cene di lusso con champagne (gentilmente offerte dai fondi per le bds) e falle nei conti, corriamo il rischio che qualcuno possa annoiarsi!

    Saremo alla sede dell’A.di.su a via Marina lunedì, martedì e mercoledì a partire dalle ore 10.

    I DIRITTI NON SI MERITANO, SI CONQUISTANO!

    Ultimo aggiornamento ( Sabato 20 Settembre 2014 12:44 )  

    Ci trovi tutti i giorni presso Aula Autogestita R5
    Assemblea: Mercoledì, ore 14:00

    Palazzo Giusso, Uni. Orientale

    27NOV Corteo Nazionale a Roma

    ★ 19OTT: INIZIATIVA ALL'UNIVERSITA' ★

    Ex Opg "Je so Pazzo" on facebook

    

    Approfondimenti

    analisi critica del ddl 1905 e della riforma Gelmini
    (a cura di red-net)
     
     
    Change(d) University
    come e perché cambiare l’Università che cambia
    (a cura del Cau)
     
    Un'altra volta... e un'altra onda
    appunti dopo il G8 University Summit di Torino
    (a cura del Cau, pubblicato su "la Contraddizione"  n°127)
     
    Università, due mesi di lotta: un pò di domande, qualche risposta
    considerazioni sulla Mobilitazione contro la 133
    (a cura del Cau)
     

    Materiali resistenti

    Sull'insostenibile leggerezza del G8 University Summit
    (a cura del Cau)



  • discount
  • experience
  • favorable
  • generalize
  • information
  • manufacturers
  • marketing
  • popularize
  • poster
  • quality
  • vender