• Lebron 11 low
  • Jordan 6 retro
  • Lebron xi
  • email
  • Messaggio
    • EU e-Privacy Directive

      This website uses cookies to manage authentication, navigation, and other functions. By using our website, you agree that we can place these types of cookies on your device.

      View Privacy Policy

    Home Scuola e università 19N /Studenti in piazza a Lisbona: per il diritto allo studio, contro la macelleria sociale!

    19N /Studenti in piazza a Lisbona: per il diritto allo studio, contro la macelleria sociale!

    E-mail Stampa PDF

    In questo autunno, dopo le manifestazioni contro la Troika e i numerosissimi scioperi consecutivi che hanno coinvolto tutto il Portogallo, é toccato agli studenti universitari scendere in piazza e battere un colpo contro le misure di austeritá che stanno schiacciando, oltre che le condizioni generali di vita dei lavoratori portoghesi, anche il diritto allo studio e la possibilitá di accedervi per la maggior parte degli studenti.
    Infatti, come nelle altre manifestazioni che hanno preceduto quella di oggi, gli slogan contro il Fondo Monetario Internazionale, la Troika e il governo portoghese erano tanto numerosi come quelli che pretendavo maggiori borse di studio, contro i tagli all'universitá e difesa del diritto allo studio.

    Ovviamente é impossibile distingure le due lotte anche negli striscioni e nelle interviste degli studenti e per questo il corteo, una volta terminato sotto il parlamento, ha anche rilanciato la data del 26 novembre, nella quale il sindacato ha convocato una giornata di "indignazione e lotta" in occasione della discussione per l'approvazione sull'Ordenamento do estado 2014, sempre davanti al palazzo dell'Assemblea della Repubblica ma che vedrá mobilitazioni, scioperi e blocchi in tutto il paese e in vari settori.

    Giornata, quella del 26, che pare possa davvero diventare un momento catalizzatore di tutte le lotte che stanno attraversando il Portogallo, da quelle nell'universitá a quelle sui posti di lavoro o in generale contro le misure di austeritá e il Governo.
    Ed é proprio l'ultimo Ordenamendo do estado che prevede, tra gli altri provvedimenti da macelleria sociale, ulteriori tagli all'universitá e all'istruzione pubblica in generale, dopo i giá pesantissimi che si succedono in maniera martellante dal 2010; la continua diminuzione delle borse di studio, giá diminuite nell'ultimo anno dell'11%. Tutto questo sta oggettivamente portando a una selezione di classe sempre piú accentuata e a una progressiva diminuzione del numero degli studenti che riescono a terminare o anche solo ad accedere all'universitá. Come é evidente sono tantissimi i parallelismi che si possono fare con le parole d’ordine che hanno caratterizzato i movimenti studenteschi che hanno attraversato l’Italia negli ultimi anni e che in tempi non sospetti hanno cercato di porre l’accento sul Processo di Bologna, la progressiva privatizzazione, la maritocrazia e l’attacco al diritto allo studio. Guarda caso le stesse parole che anche gli studenti portoghesi continuano a urlare nelle piazze.
    Infine, tornando alla cronaca della giornata, bisogna aggiungere che nonostante un dispiegamento di forze davvero esiguo per chi é abituato alla militarizzazione che si vede in Italia nei giorni di lotta, non é mancato l'arresto di uno studente che ha superato le barriere poste davanti alla scalinata di ingresso del Parlamento.
    Nel frattempo, la situazione in Portogallo continua a essere movimentata in tutti i settori, specie per quanto riguarda le lotte nei posti di lavoro dove il sindacato é piú radicato o vi é una forte tradizione di lotta. Basti come dato esemplificativo contare il numero di scioperi che ci sono stati negli ultimi due anni (da quando si é insediato, quindi, l'attuale governo) nel solo settore dei trasporti, ben 500, di cui l'ultimo proprio questa mattina che ha bloccato per qualche ora la metropolitana di Lisbona.
    La partita é davvero dura e tutta da giocare ma, i lavoratori portoghesi possono sperare di aver avuto oggi la prova di poter contare su un alleato in piú, gli studenti in lotta, per contrastare l'attacco a diritti e salario che la "cura" della Troika e i governi complici stanno imponendo.

    Ultimo aggiornamento ( Mercoledì 20 Novembre 2013 12:28 )  

    Ci trovi tutti i giorni presso Aula Autogestita R5
    Assemblea: Mercoledì, ore 14:00

    Palazzo Giusso, Uni. Orientale

    27NOV Corteo Nazionale a Roma

    ★ 19OTT: INIZIATIVA ALL'UNIVERSITA' ★

    Ex Opg "Je so Pazzo" on facebook

    

    Approfondimenti

    analisi critica del ddl 1905 e della riforma Gelmini
    (a cura di red-net)
     
     
    Change(d) University
    come e perché cambiare l’Università che cambia
    (a cura del Cau)
     
    Un'altra volta... e un'altra onda
    appunti dopo il G8 University Summit di Torino
    (a cura del Cau, pubblicato su "la Contraddizione"  n°127)
     
    Università, due mesi di lotta: un pò di domande, qualche risposta
    considerazioni sulla Mobilitazione contro la 133
    (a cura del Cau)
     

    Materiali resistenti

    Sull'insostenibile leggerezza del G8 University Summit
    (a cura del Cau)



  • discount
  • experience
  • favorable
  • generalize
  • information
  • manufacturers
  • marketing
  • popularize
  • poster
  • quality
  • vender