• Lebron 11 low
  • Jordan 6 retro
  • Lebron xi
  • email
  • Messaggio
    • EU e-Privacy Directive

      This website uses cookies to manage authentication, navigation, and other functions. By using our website, you agree that we can place these types of cookies on your device.

      View Privacy Policy

    Home Lotte e movimenti movimenti [Palestina] Voice of voiceless: rassegna stampa 20 - 25 settembre

    [Palestina] Voice of voiceless: rassegna stampa 20 - 25 settembre

    E-mail Stampa PDF

    E' di almeno tre arresti e di alcuni contusi il bilancio degli scontri tra palestinesi e militari israeliani scoppiati ieri alle porte del villaggio di Nabi Saleh durante la manifestazione settimanale contro il Muro israeliano in Cisgiordania.

    Sempre dalla Cisgiordania, 30 ONG lanciano un appello per salvare i villaggi palestinesi: in tre anni, infatti, le demolizioni sono triplicate, ed ora i villaggi nelle colline a sud di Hebron sono in pericolo. Il nuovo piano di demolizione ed espulsione, progettato per l'espansione di una colonia israeliana e la creazione di una nuova zona militare chiusa, lascerebbe 1650 palestinesi senza una casa e senza accesso alle terre necessarie per l'agricoltura e l'allevamento degli animali. Molti di loro sono già sottoposti a condizioni di vita inadeguate a causa delle restrizioni che Israele impone alle costruzioni in quest'area.

    Spari dell'esercito ininterrotti sulle case dei contadini e terreni agricoli palestinesi spianati da incursioni di carroarmati e bulldozers israeliani anche ad est di Al Maghazi camp, e ad Al Bureij camp, nella striscia di Gaza.

    Inoltre, le condizioni reali dei palestinesi della Striscia non sembrano poter concretamente migliorare -come qualcuno aveva creduto in un primo momento- dopo l'elezione del nuovo presidente egiziano Morsi - almeno in questo del tutto simile al suo predecessore Mubarak -, troppo attento a guadagnarsi il sostegno statunitense per preoccuparsi di garantire a tutti i palestinesi il passaggio attraverso il valico di Rafah.

    Continuano, intanto, le richieste, da parte degli studenti di Gaza, di intensificare la campagna di Boicottaggio, Disinvestimento e Sanzioni (BDS) nel confronti di Israele e delle sue politiche sioniste.
    «Vogliamo che la gente di tutto il mondo vada oltre al solo senso di solidarietà con la Palestina; vogliamo che si schieri concretamente per la giustizia.
    Il silenzio contribuirà a peggiorare la nostra situazione.

    Il silenzio tortura i nostri prigionieri in sciopero della fame nelle carceri israeliane, facendoli morire di una morte lenta.
    il silenzio contribuisce all’aumento delle morti dei malati Palestinesi ai checkpoint dell’Apartheid israeliani.
    Il silenzio è un incentivo per israele nel continuare a terrorizzarci, massacrarci con il loro “esercito più morale al mondo”.
    Il silenzio è il motivo dell’incombente blocco imposto a Gaza ormai dal sesto anno.

    Il silenzio contribuisce all’occupazione israeliana e la supporta nel continuare, come ho detto nel video: “Mentre i Palestinesi non sono in grado di accedere a università e scuole, le università israeliane producono ricerca, tecnologia, argomenti e leader per mantenere l’occupazione.”
    Il silenzio incoraggia Israele ad agire come uno stato di sopra la legge.»


    Non si placano le proteste nelle carceri israeliane: i detenuti della prigione di Hadamir hanno annunciato che inizieranno uno sciopero della fame in supporto di quello già iniziato da alcuni prigionieri. Ancora una volta, l'obiettivo è quello di denunciare il mancato rispetto dell'accordo raggiunto a Maggio da parte delle autorità israeliane che avrebbero dovuto porre fine della pratica dell'isolamento nelle carceri. Un importante corteo di protesta si è tenuto a Ramallah organizzato dal Fronte che, tramite il suo segretario Sa'adat, ha sottolineato come, oltre all'isolamento, continui ad essere negata ai detenuti ogni minima forma di tutela ed assistenza, incluse le visite dei familiari.

    Ultimo aggiornamento ( Mercoledì 23 Gennaio 2013 21:17 )  

    Ci trovi tutti i giorni presso Aula Autogestita R5
    Assemblea: Mercoledì, ore 14:00

    Palazzo Giusso, Uni. Orientale

    27NOV Corteo Nazionale a Roma

    ★ 19OTT: INIZIATIVA ALL'UNIVERSITA' ★

    Ex Opg "Je so Pazzo" on facebook

    

  • discount
  • experience
  • favorable
  • generalize
  • information
  • manufacturers
  • marketing
  • popularize
  • poster
  • quality
  • vender